10 giugno 2019 08:32 Politica di Redazione

L'assessore e segretario della Lega sbotta contro i colleghi di maggioranza

"In qualità di assessore e di segretario di partito mi dissocio da questa maggioranza che non sta facendo alcun interesse per la nostra città". Così Antonio Berardi, attuale leader della Lega di San Nicandro Garganico, in una nota diramata nella tarda serata di ieri.

Una dichiarazione irrituale, tant'è che, pur prendendo le distanze - sia amministrative, sia politiche e con una dichiarazione abbastanza forte - dai suoi colleghi che compongono la maggioranza di governo cittadino, non annuncia dimissioni e si aggrappa alla figura del sindaco, a cui rinnova stima e fiducia. "Mi prendo tutte le responsabilità delle mie azioni e di quello che dico - continua infatti nel comunicato - sottolineo un particolare, il dott. Costantino Ciavarella è un uomo di grande spessore politico e umano, lui  non ha alcuna responsabilità sugli eventi che si sono susseguiti, la responsabilità è  esclusivamente di noi amministratori che non abbiamo percepito le vere problematiche della nostra città", è la stoccata ai colleghi di maggioranza.

Berardi conclude comunque con un'apertura, ancora dal sapore di rimprovero verso i suoi colleghi: "mi auguro che d'ora in avanti ognuno di noi si concentri sui veri temi che possono fare la differenza, disoccupazione, sicurezza e sviluppo del territorio, tutto il resto è noia come citava in una sua canzone un grande cantante italiano".

(Foto Nazario Cruciano)

Numero di volte letto: 1115