Lo SPI esprime solidarietà alla Tardio

Il segretario provinciale: "La consigliera attaccata perché donna e antifascista"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma dello SPI Provinciale

Le donne dello Spi Cgil della Provincia di Foggia esprimono la loro solidarietà alla consigliera del Pd, Arcangela Tardio, vittima di aggressione verbale e di offese da parte di un consigliere della Lega, nel corso di una seduta del consiglio comunale di San Nicandro
Garganico.
L’intento del consigliere leghista era di impedirle di parlare: perché donna, perché del Pd e perché antifascista. Mentre sono in corso in tutta Italia iniziative promosse da organizzazioni ed associazioni contro la violenza sulle donne, che grande sensibilizzazione hanno suscitato anche presso le alte cariche dello Stato, a San Nicandro il consigliere leghista perpetua azioni vergognose a cui è del resto avvezzo, stando a quello che si legge.
Vogliamo ricordare al Sindaco che è il Sindaco di tutti i cittadini, indipendentemente dalla loro fede politica, religiosa, dal sesso e dal colore della pelle. Il suo silenzio verrà interpretato come condivisione del deprecabile accaduto, visto che nulla ha detto o fatto,
sia nel corso della seduta del consiglio comunale sia dopo.
Persone come il consigliere leghista vanno fermate, ed è per questo che invitiamo tutte le donne di San Nicandro Garganico ad esprimere il loro disappunto. È compito di tutti difendere la libertà di pensiero e di parola.
Il consigliere della Lega va destituito, come esempio di rispetto verso tutte le donne, tutti i cittadini di San Nicandro e di Arcangela Tardio, che in maniera instancabile si adopera per il benessere della collettività in cui vive.
Il coordinamento donne
Spi Cgil della provincia di Foggia

Menu