02 dicembre 2018 16:03 Religione di Matteo Vocale

L'istituzione venerdì a Benevento. Poco più di un anno al sacerdozio

E' stato istituito accolito venerdì scorso, 30 novembre, il sannicandrese Nazario Marinacci, al momento l'unico chierico della città ad essere ormai vicino all'ordinazione sacerdotale: le ultime furono nel 2006 quelle di don Peppino D'Anello e di don Giuseppe Rizzi (quest'ultimo operante fuori diocesi).

La cerimonia di mandato ai due neo-accoliti (l'altro è Vincenzo Cioffi, di Cervinara in provincia di Avellino) si è tenuta nella cappella del Seminario Arcivescovile di Benevento nel giorno di Sant'Andrea apostolo, patrono dell'istituto ed è stata presieduta da mons. Felice Accrocca, arcivescovo metropolita di Benevento, con la concelebrazione di don Roberto De Meo, parroco della Chiesa Madre di San Nicandro Garganico, il cappuccino padre Giampiero Canelli, parroco della comunità beneventana in cui Nazario Marinacci presta servizio, il rettore del seminario don Leonardo Lepore e il padre spirituale don Lupo Palladino, oltre ad altri sacerdoti ex alunni del seminario beneventano.

Nella sua breve ma puntuale omelia, l'arcivescovo Accrocca ha sottolineato come sia importante "rispondere prontamente al Signore che chiama, perché Egli chiama ma continuando a camminare, come ha fatto con Andrea che è stato chiamato dal Signore mentre  stava camminando sulla riva del mare". Di qui l'invito rivolto ai due istituendi ma anche a tutti i giovani presenti, a "rispondere con entusiasmo e senza paura, poiché Cristo chiama non per ingannarci ma per realizzarci".“Siate saldi nell’osservanza dei comandamenti di Dio, - ha infine raccomandato il presule - fate della sua parola il fondamento, il metro delle vostre vite”. Dopo la cerimonia, Marinacci si è visto circondato dal caloroso affetto della sua famiglia, nonché da una folta rappresentanza della comunità parrocchiale sannicandrese di Santa Maria del Borgo. 

Marinacci ha, quindi, raggiunto l’ultimo gradino immediatamente inferiore al diaconato: con l'istituzione di sabato, è diventato ministro dell’Eucarestia e potrà distribuire la comunione durante o fuori dalla celebrazione della messa, e ai fedeli infermi presso il loro domicilio. Secondo il cursus degli studi, già dalla prossima primavera potrebbe ricevere l’ordinazione diaconale, mentre il sacerdozio sarà l'ultima tappa prevista per il 2020.

"Ringrazio  tutti, sia coloro che mi sono stati vicini fisicamente a Benevento sia spiritualmente con la preghiera mentre rinnovo il mio affidamento al Signore, a Maria sua e nostra madre e alla vostra preghiera", è il breve messaggio di ringraziamento di Nazario alla sua parrocchia e ai suoi concittadini.

Numero di volte letto: 1088