Il sindacato USB: l'Udt di San Nicandro non ha mai chiuso

L'USB: "La diceria della chiusura è solo polemica pre elettorale"

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa a firma del sindacato Unione Sindacale di Base

È sorta una polemica, dal sapore pre elettorale, rispetto alla chiusura di un presidio territoriale come l’UDT di Sannicandro Garganico, polemica che non ha nessun costrutto ad esistere atteso che la stessa non ha mai chiuso.

Abbiamo la certezza che, dopo l’emergenza COVID 19, la struttura riprenderà in pieno la sua funzionalità e i suoi servizi saranno a beneficio dei Cittadini non solo di Sannicandro.

Come è noto la struttura non ha potuto, nel periodo pieno di emergenza COVID, accettare ricoveri in quanto vi era la possibilità che lo stesso centro fosse adibito a struttura di recupero per i Cittadini che avevano avuto bisogno delle cure ospedaliere in quanto risultati positivi al COVID 19. Fortunatamente di tale evenienza non ve ne è stato bisogno e anche nel periodo pieno di emergenza vi era un ricoverato che veniva curato, normalmente, nella struttura.

Sappiamo che la struttura ha bisogno di quegli accorgimenti che l’emergenza COVID 19 ha imposto a tutte le strutture (ospedaliere e non) come, ad esempio, avere la certezza del distanziamento sociale anche all’interno di quelle strutture. E sappiamo che la ASLFG sta già operando in tal senso in vista di una imminente riapertura totale della UDT.

Lungi da questa O.S. di voler prendere le difese di Emiliano piuttosto che della Direzione Generale della ASLFG (con i quali siamo stati spesso critici) ma non possiamo accettare che una campagna elettorale in itinere lanci allarmi inesistenti.

Piuttosto vorremmo chiedere a quella parte politica che ha iniziato questa polemica (inesistente) perché non inizia una battaglia (politica) contro il decreto 70/2015 che tanto danno ha fatto e sta facendo alla sanità meridionale a favore delle strutture sanitarie del nord, perché non fa una battaglia, insieme a noi a che la sanità pubblica ridiventi quella che tutti abbiamo conosciuto sino a qualche decennio fa e che oggi, grazie a norme e leggi voluti da governi infami è stata offesa e smantellata con i danni che questa emergenza COVID 19 ha evidenziato in tutta la sua drammaticità. Perché non fa una battaglia, anche con noi, per piu fondi alla sanità meridionale che viene sempre piu penalizzata a favore delle regioni del nord (come se i Cittadini meridionali fossero di B).

Crediamo che in questo momento storico si debba fare di tutto a che i servizi sanitari, in particolar modo quelli territoriali, siano rafforzati ma questo può accadere se le regioni meridionali avranno la stesso rispetto e la stessa dignità delle regioni del nord.

l’esecutivo USB Foggia Mangia Santo

Menu