05 ottobre 2018 10:05 Scuola di Mirella Montemitro

Proseguono i progetti ERASMUS+ delle scuole sannicandresi

Il 26 settembre 2018, in un’aula di strumento musicale della scuola D’Alessandro-Vocino di San Nicandro Garganico, si è svolta la prima attività prevista dal Progetto ERASMUS plus We are European we are Equal: “La giornata europea delle lingue”.

Alla presenza di tutti gli alunni delle classi terze con i loro docenti, il laboratorio ha celebrato la ricchezza e la varietà delle lingue degli uomini, mezzi espressivi differenti, ma elementi comuni all’uomo di ogni tempo e di ogni spazio, necessari a collaborare ed interagire per uno scambio di storia, cultura, tradizioni.

La docente referente del Progetto, Giovanna Della Monica, ha spiegato i punti salienti dell’ERASMUS plus, invitando gli alunni a prepararsi alle mobilità- la prima prevista a novembre-, con un intenso studio della lingua inglese, con una frequenza ed un impegno scolastici costanti, con la partecipazione attiva ai lavori proposti.

Si è dato spazio all’esame di ciascuna lingua dei Paesi partner, con l’ascolto dei rispettivi inni nazionali, con la descrizione della bandiera di ogni stato e con un excursus storico che spiegasse l’origine dei colori e dei simboli degli stendardi.

La parte più interessante, che ha catturato maggiormente l’attenzione degli alunni, è stata la realizzazione di un originale laboratorio sulla costruzione del “muro dell’amicizia”: i ragazzi hanno scritto su mattoni veri alcune parole, con lo scopo di condividere gusti, preferenze, attività, giochi.

“Divertimento – musica – cibo – amico – calcio - pizza” e tanto altro scritto in inglese, in italiano, in marocchino, in rumeno, in spagnolo, in tedesco; ogni origine si è resa manifesta attraverso le mani di quei ragazzi a cui si vuole insegnare la verità più grande: l’uomo può avere lingue diverse, ma fa parte di un’unica razza, quella umana!

Alla fine un muro di mattoni strettamente uniti tra loro è diventato simbolo di forza, di unione, di protezione, appoggio reciproco, difesa.

Questa prima attività ha inoltre celebrato l’ingresso della nuova dirigente scolastica, Incoronata Di Tullio che, per la prima volta, ha incontrato “da vicino” gli alunni delle terze.

L’ERASMUS di questa scuola ha il privilegio di convogliare le attenzioni di più dirigenti: questo progetto, nato sotto la dirigenza di Rocco D’Avolio, che negli anni passati lo ha sostenuto, alimentato e favorito con ogni suo mezzo, oggi si arricchisce di ulteriori opportunità sotto la reggenza della dott.ssa Incoronata Di Tullio che, rivolgendosi agli alunni, ha sottolineato la fortuna di potersi aprire ad altre culture con mezzi che, qualche decennio fa, non erano nemmeno immaginabili.

Dunque bilancio decisamente positivo per questo primo appuntamento: tutti i Partner del Progetto alla stessa ora, nelle rispettive scuole, hanno svolto la stessa attività. Sapere che, contemporaneamente, coetanei spagnoli e greci, vivevano la medesima esperienza didattica, ha dato alla stessa un valore aggiunto di natura psicologica, culturale ed emotiva.

Dritto alla mente e al cuore dei presenti è giunto il primo messaggio del progetto: oltre le lingue e le bandiere, l’uomo è uno solo!

Numero di volte letto: 304