13 giugno 2019 18:16 Sociale di Redazione

Due classi dell'Istituto superiore hanno vinto una borsa di studio

Mercoledì 5 Giugno nell’aula magna dell’Istituto superiore “De Rogatis-Fioritto” si è tenuta la cerimonia di premiazione delle classi che hanno partecipato al progetto di ricerca sulla figura del Fondatore della storica “Fondazione Zaccagnino”, oggi Azienda di Servizi alla Persona (ASP),  il dott. Vincenzo Zaccagnino.

Sono intervenuti i vertici della ASP, la  Presidente dott.ssa  Patrizia Lusi, il Direttore generale dott. Augusto Ferrara, il dott. Pietro Mimmo, consigliere di amministrazione, oltre che il prof. Antonio Scalzi, che ha presieduto la commissione che ha assegnato i premi, una presenza familiare dell’Istituto “De Rogatis”, essendone stato il Preside per lunghi anni. A fare gli onori di casa, naturalmente, il Dirigente scolastico dell’Istituto, prof. Francesco Donataccio, il quale ha introdotto la cerimonia presentando la meritevole iniziativa dell’ASP e ringraziando tutti coloro che l’hanno resa possibile e tutti i docenti e gli alunni che hanno lavorato per la sua realizzazione.

Il progetto è nato dalla volontà dell’attuale dirigenza dell’ASP di far conoscere e valorizzare la figura poco nota di Vincenzo Zaccagnino presso i giovani studenti dell’Istituto superiore, promuovendo una borsa di studio del valore di 1.000 euro da assegnare alla classe che avrebbe elaborato un lavoro di ricerca e di approfondimento sulla sua vita, la sua personalità e il contesto storico nel quale visse e operò.

L’ASP che porta il nome del dott. Vincenzo Zaccagnino è oggi una realtà molto attiva che opera nel campo del sociale, come è stato sottolineato dalla sua Presidente,  con numerosi interventi a favore di famiglie e di minori in disagio economico della comunità di San Nicandro Garganico, amministrando e mettendo a frutto il cospicuo patrimonio che il Fondatore ha generosamente donato, rispettando la sua volontà e lo spirito della donazione in favore dei bambini più sfortunati.

Alla “sfida” di conoscere  e approfondire la figura di Vincenzo Zaccagnino hanno risposto due classi dell’Istituto, la II A del liceo scientifico, guidata dal prof. Mario Augello, e la V del liceo scienze umane, guidata dalle prof.sse Rosa Battista e Arianna Zanichelli.

Le due classi hanno presentato lavori diversi, in sintonia con il loro indirizzo di studio: la seconda scientifico un documentario storico in forma di cortometraggio nel quale sono state raccolte testimonianze dirette sui luoghi, la famiglia, la personalità e il contesto nel quale visse e operò il Fondatore dell’ASP, rintracciando anche la viva voce di chi lo ha conosciuto di persona e ne conserva il ricordo. La quinta scienze umane, invece, ha elaborato un progetto video di contenuto didattico, rivolto ai bambini delle elementari, con la finalità di far conoscere loro i tratti peculiari della vita e della personalità di Vincenzo Zaccagnino.

La commissione che ha esaminato i lavori, chiamata ad assegnare la borsa di studio, come ha sottolineato il presidente prof. Scalzi nel suo intervento, ha apprezzato entrambi i progetti per meriti diversi, e ha elogiato tutti gli studenti che hanno partecipato e si sono impegnati nel non facile compito di realizzare gli elaborati. Per queste motivazioni, la borsa di studio è stata assegnata ex aequo a tutte e due le classi, riconoscendone il pari impegno e valore.

L’iniziativa della ASP “Zaccagnino” è un esempio riuscito di come le istituzioni possono collaborare mettendo assieme le risorse e le energie, con il medesimo obiettivo di spingere i giovani studenti a conoscere la propria storia locale e il proprio territorio,  attraverso la riscoperta di una figura esemplare  che rappresenti per loro un modello di generosità e di donazione disinteressata per i più bisognosi. Ed è per questo che, come da tutti auspicato, l’iniziativa della ASP “Zaccagnino” deve continuare anche negli anni a venire, senza interrompere il rapporto di proficua collaborazione che si è instaurato con l’Istituto “De Rogatis-Fioritto”, con l’obiettivo di rappresentare un momento di crescita, di approfondimento e di riflessione culturale di tutta la nostra comunità scolastica.

La classe II A scientifico

 

Numero di volte letto: 1085