26 maggio 2010 19:58

Squeo, una tappa importante per recuperare la bellezza del nostro territorio

«E’ stato bello rivedere Nichi Vendola ed Angela Barbanente». In questo esordio a caldo Costantino Squeo, sindaco di San Nicandro Garganico, ha voluto condensare, più che un'impressione umana, la certifica di un atto atteso da due anni e finalmente divenuto realtà.

Questa mattina, infatti, presso la Presidenza della Regione Puglia, il Comune di San Nicandro Garganico ha firmato l'accordo di programma che permette, di fatto, il concreto finanziamento del PIRP (piano per il recupero delle periferie).

Il PIRP di San Nicandro prevede la riqualificazione della zona S. Cristoforo, con la dotazione di nuovi servizi e infrastrutture. Il progetto, inoltre, prevede un collegamento pedonale attrezzato con il centro storico, tramite un percorso che costeggia il Canale Vallone.

Il Presidente Vendola, nel rimarcare l'importanza epocale dell'atto per i comuni interessati, ha invitato a cantierizzare subito e a non perdere altro tempo: «E' forse l'ultimo ossigeno che abbiamo - ha avvertito Vendola - e non è consentito a nessuno ritardare ulteriormente»

«Oltre la retorica sui centri storici - continua Squeo in una nota -  volando anche oltre le denunce sul degrado formulate da chi ha amministrato per decenni non alzando un dito, credo che la giornata di oggi segni una tappa importante per recuperare alla bellezza il nostro territorio.

Abbiamo detto molto intorno alle periferie - conclude Squeo - oggi quel dire “dire” ha assunto i contorni del “fare”. Oggi il bronx è meno bronx e somiglia assi di più al quartiere San Cristoforo. Sono contento per la mia città, per quanti la abitano, per la follia e per i sacrifici fatti in questi anni da tutti, nessuno escluso. Sono sempre più convinto che la sfida sia culturale».

Stando ai termini di legge il progetto, per circa 1 milione e mezzo di euro, dovrà essere cantierizzato entro un anno ma, fanno sapere dal Comune, si conta di non superare la fine dell'anno corrente.

Numero di volte letto: 278