01 settembre 2018 12:47 Spettacolo di Comunicato stampa

Standing ovation per i ragazzi dello Zenith di Andria

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa ricevuto dal CAD, tramite la responsabile Cendamo, in merito alla serata-evento di ieri sera in Piazza IV Novembre.

 

Piazza 4 novembre colma di gente!

La serata è stata organizzata dalla responsabile territoriale del CAD (centro ascolto del disagio) Antonella Cendamo e dai volontari del Direttivo instancabili al suo fianco Leonardo Cendamo, Tullio Cendamo, Alessandro Sassano, Francesco Damaschino e Annamaria Grana, e tanti tanti altri volontari sempre vicini alle nostre iniziative, al fine di realizzare una raccolta fondi per acquistare materiali didattici specifici per alunni con BES per la scuola elementare del circolo didattico di Piazza 4 novembre.

Già mesi fa, sempre mediante una raccolta fondi il CAD di Sannicandro Garganico ha provveduto all'acquisto e all'installazione di un defibrillatore sempre per la medesima scuola.

La Cendamo spiega "il motivo per cui ho deciso di essere vicina alla scuola quando ho avviato lo sportello virtuale CAD, é perché mi rendo conto che é nella scuola che gli individi fanno il loro primo ingresso nella società ed é proprio lì che per motivi di fondi che scarseggiano e tanti altri problemi di natura burocratica, si fa fatica a realizzare il sogno delle pari opportunità. In particolare i bambini con BES necessitano di strumentazioni e materiali che li mettano in condizione di poter apprendere con armonia e serenità secondo le loro potenzialità.

Io e i volontari CAD di Sannicandro Garganico, continueremo a restare vicini alla comunità con l'ascolto dei problemi reali che la affliggono per trovare soluzioni concrete e immediate. Continueremo a restare vicini alla scuola perché crediamo fermamente in essa e in una comunità che la sostenga. Continueremo ad essere vicini alle istituzioni che ci daranno la possibilità di lavorare e fare bene e che capiscano il duro lavoro che c'è dietro al volontariato, quello fatto col cuore e con la passione.

Ieri a fine evento ho citato una frase dettami tempo addietro dal grandissimo Renny Tartaglia, comico apricenese, che ha condotto la serata nei panni del suo famoso personaggio 'Maresciallo Totaro' : "il vero volontario si misura da quanto consuma le suole delle scarpe o le gomme dell'auto, e non dagli abiti o dal suo status sociale."

Essere volontari difatti non presuppone limiti o barriere o appartenenze. Essere volontari é uno stile di vita scelto da chi é capace di vedere oltre i propri problemi e affanni quotidiani e porre l'attenzione su chi ha un disagio o una sofferenza maggiore. Io e lo staff CAD abbiamo fatto nostro questo concetto e riusciamo a liberarci ad ogni mission dei nostri limiti quotidiani e il risultato é proprio quello di raggiungere, anzi superare, gli obiettivi prefissi.

E dunque i bambini di San Nicandro Garganico con BES (BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI) avranno finalmente, sin dall'inizio di questo nuovo anno scolastico alle porte, strumenti e materiali per poter apprendere e imparare.

Ma quindi raggiunti gli obiettivi cosa fa un volontario? Si ferma e si rilassa? No di certo. Siamo già pronti per il prossimo traguardo da raggiungere insieme alla meravigliosa comunità Sannicandrese che é sempre vicina a queste azioni di beneficenza mirata e concreta. Non ci fermeremo affatto.

E la collaborazione tra Zenith e il CAD di Sannicandro Garganico é già all'opera per portare nelle piazze il loro prossimo spettacolo (che per ora resta una sorpresa..), e gli abiti dei due protagonisti del nuovo musical ZENITH, saranno dono della nostra associazione per questi ragazzi SPECIALMENTE ABILI che hanno insegnato a tutti noi ieri sera che TUTTI GLI ESSERI UMANI CHE VOGLIONO ESSERE FELICI, MERITANO DI ESSERE FELICI.

Il nostro grazie all'unisono giunga all'amico straordinario Antonello Fortunato, anima dello Zenith, e ai volontari di Andria che sono instancabili guide per i loro ragazzi.

Grazie di cuore alla dirigente scolastica Angela Pia Vaira che ci contagia di energia e di amore verso la scuola, dandoci la carica per affrontare il raggiungimento di questi traguardi, ai volontari AVERS che ci sono vicini sempre e a loro il mio personale grazie di cuore per la umanità e simpatia che dimostrano sempre, alla Croce Rossa e alla Amministrazione di San Nicandro Garganico che ha creduto in noi, spronandoci a portare a termine questa Odissea della vita, che per noi volontari rappresenta un viaggio per ritrovare una comunità armonica e serena. Grazie di cuore veramente a tutti.

 

Antonella Cendamo, Responsabile CAD.

 

Numero di volte letto: 598